C’è una mamma che conosco, che vive nel suo Guscio.
E’ un Guscio impermeabile e resistente. Dentro, lei, il suo pulcino e l’ovetto nuovo; fuori, il resto del Mondo, marito/papà compreso, credo.
Il Guscio lascia passare qualcosa del Mondo: immagini, credenze, miti, regole, paure. È come se fosse traslucido, la realtà non si vede, solo ombre. Soggette ad interpretazione, possibilmente la più negativa.
Non passano di sicuro i problemi degli altri, le loro esigenze e necessità, neanche quelle piccole, i malumori. Purtroppo non passano nemmeno le gioie, le speranze, le celebrazioni, i sorrisi e le risate.
Il Guscio diventa ogni giorno più spesso, più opaco. Le ombre là fuori fanno sempre più paura, così la mamma e i suoi pulcini si stringono sempre di più fra loro, sempre più attenti solo ai loro pensieri, ad essere gli unici, i più bravi.
E non si accorgono che sono sempre più soli…

Annunci