Non è in ritardo, non è stato soppresso, non è a un altro binario. Non c’è e basta.
Non lo annunciano, non è nei tabelloni, al binario non c’è nessuno che dà spiegazioni.
È Trenitalia (anzi, modernamente, le Ferrovie dello Stato), NON un racconto di Buzzati.

Annunci