Finalmente ce l’abbiamo fatta anche noi! Siamo entrati in un GAS – cioè in un Gruppo di Acquisto Solidale.
Cos’è un GAS? In breve: un gruppo di persone si accorda con uno o più produttori per comprare direttamente la verdura – la carne, i formaggi ecc. – da lui/loro. I vantaggi sono: il produttore viene remunerato equamente, i consumatori solitamente risparmiano, i prodotti non girano il mondo prima di arrivare sulla tua tavola come fanno quelli della grande distribuzione (scusa Ale – niente di personale 😉 ), perciò sono più freschi, più buoni e sai cosa c’è dentro.

Insomma: venerdì abbiamo ricevuto la nostra prima cassettina di verdura, che vi elenco. Al modico prezzo di 10,90 euro c’erano: 1 kg di patate, 1 kg di cipolle, 1 kg di carote, 1 kg di melanzane, 1 kg di peperoni gialli, 1 kg di zucchine, 1 kg di asparagi verdi (di seconda scelta, ma con le uova sode hanno fatto il loro figurone!), e 1 kg di piselli freschi. E non vi dico che buoni!!!!
Come ha detto il responsabile del GAS la sera che ci ha presentato l’iniziativa: “Co ghe digo come che a funsiona, e i me risponde che i ghe pensa, mi penso COSSA CASSO TI GHE PENSI?!?” (Scusate la trascrizione da un dialetto non mio a una lingua terza…)
Beh… ero così emozionata! Neanche se li avessi cresciuti con le mie manine…

Mi ha consolato il fatto che ieri ho visto molte altre persone che partecipano, e il sentimento di fronte al cesto del GAS è stato lo stesso per tutti!!! Mi sono sentita un po’ meno sentimentale…

Tutto questo per dire che comincio a postare delle ricette, tutte rigorosamente con ingredienti reperibili al GAS, e perciò di stagione. E vediamo se ci riesco, e ditemi se vi piacciono.

Annunci