Eccomi a parlare di qualcosa che non so: la povertà (non voglio fare la snob… non vivo nella mia nuvoletta: vedo anch’io la crisi intorno e sento i giornaliradio, ma non ne posso parlare con cognizione di causa o competenza di nessun genere, intendo).
La povertà, per chi non fosse ancora venuto a contatto di questa notizia, è il tema del Blog Action Day di quest’anno, un giorno in cui tutti i blogger del mondo contribuiscono a creare consapevolezza riguardo a un argomento.
E torniamo all’inizio: di povertà non so niente.
Potrei leggere un po’ di blog, di siti e di Wikipedia e imbastirvi un grande discorso sull’argomento, ma non è il mio genere, così vi racconto il ragionamento che ho fatto.
La povertà, per quello che ne posso capire io, deriva dal fatto che noi (pochi eletti, “ricchi” del mondo) usiamo la maggior parte delle risorse, e queste risorse sono di tutti. E se le uso io, c’è qualcun altro che non le ha. Perciò la mia soluzione alla povertà – con presunzione, alla povertà DEL MONDO – è quella di essere più sobria, e consumare meno possibile. E qua torniamo ad argomenti più familiari, come sapete.
Visto che ne ho parlato da poco, vi metto il link direttamente al post, così almeno non mi ripeto!


Giusto per essere più concreta, ho deciso (per la prima volta in vita mia) di raccogliere anche dei fondi per una causa. Il destinatario di questi fondi non poteva essere che Kiva, il progetto di microcredito che consente agli imprenditori dei paesi in via di sviluppo di rendersi economicamente indipendenti.
Per raccogliere i fondi, ho fatto una serie di prodotti su Zazzle: lo stile è il mio, ma la causa è migliore. So che comprare questi prodotti dall’Italia è un casino, ma almeno andate, dateci un’occhiata e sappiatemi dire se vi piacciono!

Blogged with the Flock Browser

Tags: , , , ,


Annunci