Tanto per smentire quello che ho appena scritto, ho trovato una bella cosa che voglio condividere: una fede con l’impronta digitale dell’altro, dalla designer Camille Hempel. Se l’impronta è quello che abbiamo più unico nel corpo, perché non affidarlo all’altro?
Semplice, come piace a me (a noi), ma efficace.
(via Cool Hunting)

Annunci