C’è un bimbo al nido che dice le parolacce. Gì impara e ripete. Per fortuna non parla ancora bene, perciò con gli estranei possiamo abbozzare, ma fra di noi il significato di certe parole è inequivocabile – tanto più che Gì le dice e poi ridacchia. Per ora abbiamo deciso di far finta di niente… qualcuno ha una tattica migliore?
(La maestra a cui mio marito ha chiesto lumi ha detto che sì, c’è un bambino che dice le parolacce, e si è scusata tanto. Loro lo riprendono, ma sembra che sortisca l’effetto opposto. E poi ha aggiunto “Beh, meglio dell’anno scorso, che uno ha bestemmiato”. Poveri noi, pensavo che queste cose cominciassero almeno alla materna!)

Annunci