Questo commento è qua da un po’. L’ho letto e riletto, e solo ora mi avventuro in una risposta. Non lo faccio perché ne ho una, ma solo per non lasciarlo morire, e per far sapere a Iolanda che non mi sono dimenticata di lei.

Perciò, cara Iolanda,
      la prima cosa che mi vien da dire è che anch’io mi sono laureata, anche se con tanto cazzeggio più che con tanta fatica, e anche masterizzata, e poi ho deciso di lasciare il lavoro per tutti i motivi che dici tu. Perciò solidarizzo molto con la tua situazione, e mi dispiace che ti trovi a pentirti.
      certo, ho pensato anch’io tante volte che potrei trovarmi un giorno pentita. Spero che non succeda, tutto qua.
      e poi, sì, anch’io faccio la mamma, e la moglie, ma in più faccio anche tante altre cose (troppe!), fra cui scrivere questo blog e un paio d’altri, tenere un sito, e il GAS, e tutto il resto. Perciò anche se la mia famiglia dovesse andare a gambe all’aria, spero sempre di avere un piano B.
Immagino che in questo momento, nella tua situazione, sia il consiglio più carogna del mondo, ma credo che sia proprio il momento di cercare un piano B, qualunque cosa ti sia successa.

Spero di avercelo il piano B, quando servirà, dico. Non ne sono certa (non ce l’ho la risposta) – ve lo saprò dire fra un po’.

Annunci