Immagino che succeda per tutti: alcune parole (o modi di dire) ti ricordano delle persone, e sono peggio delle madeleine di Proust, ti riportano odori e sapori e discussioni.
Nel mio caso, “ça va sans dire” è una di quelle.
Mi ricorda Valeria (e Marzia). E un po’ mi mancano. Un bel po’, a dire il vero.
Ma non è detto che non ci ri-incrociamo presto.

Annunci