Ho sentito una mamma dire, come se fosse un punto di merito, “se non fosse che i miei figli quando sono a casa distruggono tutto, passerei anche tutto il giorno e la notte con loro”. Nel contesto mi pareva anche di buonsenso (stavamo parlando di mamme che “parcheggiano” i loro figli all’asilo), ma poi ci ho pensato su, e ho pensato che:

  • se i tuoi figli distruggono tutto, ci deve essere qualcosa di sbagliato in quello che gli hai insegnato (e da quel po’ che vedo di quei bambini è pure vero…);
  • anche se mio figlio non distrugge tutto – anzi! – è faticoso lo stesso stare con lui, perché gioca da solo per un po’, ma poi vuole che passi il tempo con lui, chiama mamma in continuazione, fa domande, vuole e non vuole. Insomma, è un bimbo beneducato e divertente, ma impegnativo;
  • se a questo aggiungi che un po’ di capricci li fa, e di solito quando sono più stanca, capisci che anch’io sono contenta di parcheggiarlo da qualche parte, di tanto in tanto, come ad esempio oggi dai suoi nonni;
  • ciò detto, anch’io passerei giorno e notte con mio figlio, se rispettasse le regole dei giochi quando li facciamo, se non si innervosisse quando non riesce a fare le costruzioni, se quando ho bisogno di farmi una doccia se ne stesse per i fatti suoi senza chiamare… ma siccome grazie al Cielo mio figlio non è così, ogni tanto abbiamo bisogno di essere da due parti diverse, prima che io mi metta ad urlare e lui a frignare.

(Non oso pensare al tenore dei commenti su questo post, se ce ne saranno… ma risponderò a tempo debito!)

Annunci