Cinque uomini irresistibili

Lascia un commento

  1. Massimo Ranieri (sempre impareggiabile!)
  2. Alberto Angela (ma l’avete visto dalla Bignardi?!? Altro che lo studioso compassato dei vari Quark e co.!)
  3. Claudio Santamaria (se non sapete chi è, guardatevi il concerto del primo maggio a Roma)
  4. Marco Materazzi (sarà pure matto come un cavallo, ma mi piace!)
  5. Steve Buscemi (qualunque parte faccia, riesce: vorrei tanto vedere “Interview”…)
Annunci

Cosa mi è successo ultimamente col caffè

3 commenti

(in 5 volte separate):

  1. preparare la caffettiera, e dimenticarmi di metterla sul fuoco;
  2. mettere il caffè nel filtro, e dimenticarmi di chiudere la caffettiera (quando ho tentato di metterla sul fuoco me ne sono accorta…);
  3. al momento di versare il caffè, accorgermi che è solo acqua (mi ero dimenticata di mettere il caffè);
  4. preparare il caffè, metterlo sul fuoco, spegnere quando sale e dimenticarmene del tutto;
  5. bere il caffè, pensare che è amaro, e accorgermi di non aver messo lo zucchero solo guardando il fondo della tazzina vuota.

Tutto vero, giuro.
Devo essere un po’ stanca.

Non ci mancavano…

2 commenti

Radio 2 ha ripreso la programmazione invernale. Ecco chi non rimpiangevo:

  1. Barbara Palombelli ad ora di pranzo (è possibile che non si ricordi mai di essere la moglie del vicepremier, e per essere pluralista intervisti praticamente sempre esponenti della destra?!? E per di più con domande inutili, quando non palesemente stupide… se lo fa per esprimere il punto di vista di chi la ascolta – beh, ci sottovaluta di molto!)
  2. Il Ruggito del Coniglio (era bello una volta… adesso non si può più sentire!)
  3. Luca Sofri (smettila per favore di calarci le cose dall’alto del tuo chissà-cosa! Per fortuna adesso c’è Bordone che ti prende un po’ in giro, ti si può risentire!)
  4. Decanter dopo cena (*sigh* *sob*)
  5. dulcis in fundo…… FIORELLO! Lui e Baldini che si fanno le battute e ci ridono sopra sono insopportabili, salvo rari momenti! (Ho riso tanto con la prima imitazione di Napolitano, che l’anno scorso mostrava già la corda, e con poche altre cose)

La netiquette è morta?

2 commenti

Di ritorno dalle vacanze, sia io che mio marito abbiamo ricevuto, dalla stessa persona, un messaggio con la locandina di un concerto. 2 mega. A testa.
Fra l’altro, mancava l’oggetto della mail, e nel dubbio l’ho scaricata (è una persona della nostra parrocchia, con cui abbiamo contatti frequenti a proposito del patronato… chissà mai che non gli servisse qualcosa). Vi lascio pensare cosa ha provocato questa specie di doppio calcolo elettronico nei tubicini della nostra linea modem a 56k…

Quando ho fatto notare questa cosa all’interessato, mi sono sentita rispondere che “la prossima volta avrebbe usato i segnali di fumo” come se fosse colpa mia, capite?

Cercavo qualche articolo sulla Netiquette da spedire al tipo in questione e, ahimè!, le cose più recenti che ho trovato risalgono più o meno a 10 anni fa… compresi i rifermenti della voce su Wikipedia!
A quanto pare, con le varie ADSL e Gmail che imperano, la netiquette non serve più…

Lancio un microsondaggio fra tutti quelli che leggono il blog – alzi la mano:
1. chi riceve più o meno di frequente allegati (immagini, powerpoint, flash) pesanti e inutili da persone conosciute e no;
2. chi ne spedisce;
3. chi li spedisce a tutti quelli del proprio indirizzario (più eventualmente a qualche amico di amici di cui ha raccolto l’indirizzo da qualche parte);
4. chi considera normale questo comportamento;
5. chi non lo considera tanto normale e talvolta lo fa notare ai mittenti.

Io, se non lo si fosse capito, appartengo a quest’ultima categoria.

5 cose da non fare

Lascia un commento

viaggiando in autostrada:
Macchine in corsia di sorpasso

  1. piazzarsi sulla seconda corsia a velocità ridotta (vedi foto);
  2. superare a destra;
  3. uscire dall’autogrill (svincolo, ecc.) senza preoccuparsi se dietro sta arrivando qualcuno;
  4. lampeggiare da un km di distanza se devi sorpassare (vedi alla voce: Il fatto che tu abbia la macchina più grossa della mia non vuol per forza dire che ti devo lasciare strada);
  5. tagliare la strada agli altri solo perché si sta uscendo dalla corsia del Telepass.

5 cose su Belluno e provincia

Lascia un commento

scritte da una bellunese in trasferta, ad uso dei veneziani e altri colonizzatori:

  1. Belluno città esiste, non è un’entità astratta fatta per raggruppare i posti di montagna sotto l’unica dicitura di “Provincia di Belluno” (vedi alla voce: “I miei genitori abitano a Belluno.” “Maaa… Belluno-Belluno?”);
  2. Cortina è in provincia di Belluno, e non il contrario;
  3. le strade da noi le hanno inventate, perciò non serve venire su con la Jeep, o peggio ancora col SUV, che inquina, occupa spazio e non siete capaci di farci le curve (e se le strade non sono asfaltate, è perché con la macchina non ci si va);
  4. mi spiegate come mai la provincia di Belluno l’hanno salvata i foresti, e Venezia i turisti e gli studenti invece l’hanno fatta morire?
  5. anche se conoscete a memoria ogni passo e ogni croda e io no
    anche se i ristorantini nascosti sono tutti vostri e io no
    anche se festeggiate i capodanni in rifugio a mangiare polenta e capriolo (bleargh!) e io no
    anche se passate gli inverni a camminare con le ciaspe e io no
    sono le mie montagne, non le vostre montagne (perché io ci sono nata, e voi no)

5 film rilassanti

1 commento

da vedere la sera prima di andare a dormire:

  1. Stregata dalla luna
  2. Il mio grosso grasso matrimonio greco
  3. Sister act
  4. Dirty dancing
  5. Chocolat

Older Entries

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: