Mamme e mamme…

Lascia un commento

Ho sentito una mamma dire, come se fosse un punto di merito, “se non fosse che i miei figli quando sono a casa distruggono tutto, passerei anche tutto il giorno e la notte con loro”. Nel contesto mi pareva anche di buonsenso (stavamo parlando di mamme che “parcheggiano” i loro figli all’asilo), ma poi ci ho pensato su, e ho pensato che:

  • se i tuoi figli distruggono tutto, ci deve essere qualcosa di sbagliato in quello che gli hai insegnato (e da quel po’ che vedo di quei bambini è pure vero…);
  • anche se mio figlio non distrugge tutto – anzi! – è faticoso lo stesso stare con lui, perché gioca da solo per un po’, ma poi vuole che passi il tempo con lui, chiama mamma in continuazione, fa domande, vuole e non vuole. Insomma, è un bimbo beneducato e divertente, ma impegnativo;
  • se a questo aggiungi che un po’ di capricci li fa, e di solito quando sono più stanca, capisci che anch’io sono contenta di parcheggiarlo da qualche parte, di tanto in tanto, come ad esempio oggi dai suoi nonni;
  • ciò detto, anch’io passerei giorno e notte con mio figlio, se rispettasse le regole dei giochi quando li facciamo, se non si innervosisse quando non riesce a fare le costruzioni, se quando ho bisogno di farmi una doccia se ne stesse per i fatti suoi senza chiamare… ma siccome grazie al Cielo mio figlio non è così, ogni tanto abbiamo bisogno di essere da due parti diverse, prima che io mi metta ad urlare e lui a frignare.

(Non oso pensare al tenore dei commenti su questo post, se ce ne saranno… ma risponderò a tempo debito!)

Annunci

Dritto dritto da Ecomamma

Lascia un commento

Beeeeelllooo, questo videoooo!
(grazie alla “solita” Ecomamma)

Il dilemma delle mamme blogger

1 commento

Una settimana fa ho compiuto gli anni (AAARGGGHHH! Mi sto avvicinando ai 40 a grandi passi!) e mio marito mi ha regalato il libro di Nonsolomamma.
Mentre lo leggevo e mi facevo grandi risate da sola (la lettura è consigliata a chiunque abbia bambini in età prescolare, tanto per sdrammatizzare un po’ fra un manualone di puericultura e l’altro), mi ponevo anche una domanda, collaterale a “Quanto ci sarà di vero e quanto di inventato?”: Altro

JumPC

Lascia un commento

Sono già conquistata…
Gììììì! Inizia presto a leggere e scrivereeeee!

Gì e le parolacce

Lascia un commento

C’è un bimbo al nido che dice le parolacce. Gì impara e ripete. Per fortuna non parla ancora bene, perciò con gli estranei possiamo abbozzare, ma fra di noi il significato di certe parole è inequivocabile – tanto più che Gì le dice e poi ridacchia. Per ora abbiamo deciso di far finta di niente… qualcuno ha una tattica migliore?
(La maestra a cui mio marito ha chiesto lumi ha detto che sì, c’è un bambino che dice le parolacce, e si è scusata tanto. Loro lo riprendono, ma sembra che sortisca l’effetto opposto. E poi ha aggiunto “Beh, meglio dell’anno scorso, che uno ha bestemmiato”. Poveri noi, pensavo che queste cose cominciassero almeno alla materna!)

Però potrebbe dormire…

Lascia un commento

Conversazione telefonica di oggi, dopo tre notti (mie) insonni e 2 tentativi di far dormire Gì dopo pranzo:
Mamma (mia): “Come sta Giovanni?
Io: “Bene, non ha febbre, ma è un po’ stanco.”
M: “Ma non hai detto che aveva dormito?”
I: “Sì, alle 10 di stamattina.”
M: “Beh, se dormisse anche adesso un’oretta gli farebbe bene.
(urlando) Ammmooooreeee, dormi un pòòòòòòòò che ti fa beneeeeeeee.”

…e poi nessuno mi crede quando dico che la suocera, fra le 2, è quella di mio marito…

1000 cose da fare, e pochissimo tempo

Lascia un commento

Oggi segnalo una serie di link a delle cose belle per bambini che ho visto online – spero di tornare a postare delle cose “serie” la settimana prossima!!!
Buona finesettimana a tutti!

 
Altro

Older Entries

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: