L’educazione di mio figlio e la neve

Lascia un commento

30 cm di neve intonsa nel parcheggio dietro a casa, ancora più vuoto del solito. Gì si sveglia alle 14.40 e c’è il sole. Lo catapulto dentro a un paio di pantaloni supplementari, 2 felpe, 2 paia di calzini e stivali di gomma (non siamo attrezzati per la neve).
A mio marito che mi guarda basito, dico “Dai, usciamo al parcheggio dietro, che è pieno di neve, prima che ci pensi qualcun altro e ce lo rovini!”
E lui, di rimando: “Chi vuoi che ci pensi, se non noi…”
Quanta ragione!

(Chiosa: evidentemente la neve è una di quelle cose che fa male ai bambini, come tante altre descritte nel sito Free Range Kids. Mamme, leggete quel sito, e meditate!)

Annunci

Se Venezia non avesse il ponte…

Lascia un commento

Sono passata dove è morto quel ragazzo inglese. O meglio, passavo col treno e mi è venuto in mente, ma non so se ci sono passata veramente vicino. La cronaca ha detto che era “appena fuori di Piazzale Roma”. Non ho capito quanto appena, e non ho visto niente che potesse dirmelo, nemmeno un fiore.

Mi è tornato in mente un altro episodio, di un paio d’anni fa, l’ultima nevicata grossa che ha fatto da queste parti. Abitavamo ancora a Venezia, lavoravamo io a Mestre e mio marito più fuori. Non so come era arrivato fino a Mestre, e malgrado i telefonini scarichi eravamo riusciti a trovarci e, con la neve al ginocchio, aspettare e prendere un autobus. Passato velocemente il cavalcavia, l’odissea era iniziata sul ponte, fatto tutto a passo d’uomo. Fino all’inizio della laguna era andato tutto bene, poi abbiamo cominciato a non capire più a che altezza eravamo. Nevicava forte, e l’unica cosa che vedevamo oltre il parapetto era nero e neve.
Poi, da niente, hanno cominciato a spuntare le persone. A gruppetti, a due a due, qualcuno anche da solo. Camminavano nella neve come nei quadri dei dispersi di Russia. Pazzi che, pur di non aspettare un autobus, si erano incamminati a piedi per il ponte. Pazzi davvero… già noi non sapevamo dov’eravamo, ed eravamo al tiepido (e insieme), figuriamoci loro!

Ah… la citazione del titolo, intera, è: se Venezia non avesse il Ponte, l’Europa sarebbe un’isola.

Ingiustificato allarme (was: Nevica!)

Lascia un commento

Nevica aiuto nevica allertate la protezione civile dove sono le catene accidenti per la macchina nuova non le abbiamo facciamo scorte che non si sa mai e giovanni oddio giovanni è all’asilo che non sia il caso di andarlo a prendere?!??

Ha smesso…

Nevica, ma non attacca

Lascia un commento

Nell’immagine in cima alla pagina, intendo – grazie all’“extra” di WP.

Scusate la prolungata assenza, ma Giovanni è stato male.
Adesso sono io, ravvreddata.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: